Il networking è parte del DNA di rcm-solutions. rcm-solutions è nata dalla collaborazione di due singole aziende, e fin dall’inizio la collaborazione è sempre stata parte integrante della strategia aziendale vincente. In tal modo l’azienda riesce a sostenere anche progetti di dimensioni tali che “altrimenti una struttura volutamente snella come la nostra non potrebbe in alcun caso realizzare”, spiega il Dott. Horst Unterfrauner e continua: “Come diceva il vecchio adagio: l’unione fa la forza!

Fin dai tempi della sua attività di manager per il progetto europeo altoatesino – Cluster Alpine Network, CAN-Alto Adige – il Dott. Christoph Koch ha avuto modo di apprendere la strategia e le opportunità di successo delle cooperazioni europee: Anche le piccole imprese altoatesine possono crescere grazie a collaborazioni mirate. Nel manuale Handbuch Handwerker-Netzwerk* abbiamo spiegato ed approfondito il concetto di lavoro in rete e del suo successo“.

La stessa rcm-solutions trae la forza dal successo delle sue collaborazioni con esperti in Alto Adige e non, per realizzare incarichi di dimensioni più vaste ed impegnative.

*Disponibile solo in lingua tedesca.

FARE NETWORK IN ALTO ADIGE SIGNIFICA: MOLTIPLICARE LE OPPORTUNITÀ

Esperienza pratica: Collaborazioni in Alto Adige

 
Sulla base delle esperienze dirette e degli esempi pratici tratti dall’attività di realizzazione dei progetti e di consulenza più diversi, rcm-solutions offre conoscenze approfondite sul tema “Cooperazione – i risultati a portata di mano!”

In che senso, non collabora? Non possiamo dimenticare che l’Alto Adige è stato costruito insieme: anche se i nostri genitori e i nostri avi non parlavano di “progetti di cooperazione” o di “network”, si sono sempre aiutati e sostenuti a vicenda, hanno pianificato, organizzato e festeggiato insieme i successi! Pensiamo alle cooperative per gli acquisti, alle attività delle associazioni che ancora oggi distinguono l’Alto Adige e sono alla base del suo progresso!

Ciò che constatiamo: quando le aziende iniziano una “cooperazione” questo evento ha luogo quasi sempre per caso, e per lo più con imprese del proprio settore. Mancano quasi sempre le garanzie contrattuali, le regolamentazioni delle provvigioni o gli accordi sulla spartizione degli utili. Per tutto ciò sarebbe però necessario conoscere gli obiettivi, precedentemente fissati.

 

Cooperazione significa: definire gli obiettivi

Gli obiettivi che le associazioni perseguono collettivamente devono essere fissati nuovamente e in maniera precisa anche per le singole aziende e società che offrono servizi nel quotidiano. Si tratta in questo caso di obiettivi individuali, che favoriscono la connessione e la cooperazione.

Un progetto di cooperazione potrà essere portato a termine con successo soltanto allorquando siano state chiarite le aspettative delle parti coinvolte.

 

Gli obiettivi di una rete di aziende possono essere a medio e lungo termine:

  • fatturati maggiori
  • margini di utile maggiori
  • prestazioni di qualità più elevata
  • maggiore attualità
  • tempi di reazione più rapidi
  • produzione efficiente
  • costi più contenuti
  • maggiore riconoscibilità ed immagine migliore

Imparare

LE COOPERAZIONI E RETI TRA AZIENDE
IMPARARE DAI SUCCESSI DEGLI ALTRI.

rcm-solutions offre modelli e soluzioni individuali, pensate appositamente per gli altoatesini. Riduzione dei costi, incremento dell’efficienza, minimizzazione dei rischi e/o un aumento del fatturato sono gli impulsi che giustificano l’impegno per la fondazione e la costruzione di un progetto comune. Ciò che le strutture consolidate realizzano in grande può essere realizzato dalle imprese artigiane e dalle imprese del ceto medio in collaborazione tra loro e sotto la supervisione di un partner competente.  Anche le offerte ed il sostegno da parte di cooperative e associazioni vengono integrati e tenuti in considerazione.

Informazione

FARE RETE: IL NETWORKING A MOLTI LIVELLI:
MAGGIORI INFORMAZIONI, MAGGIORE POTENZIALE, MAGGIORE SUCCESSO!

Organizzare insieme l’acquisto, la partecipazione a fiere o addirittura la formazione del personale e l’utilizzo dei macchinari sono da sempre stimoli interessanti per la collaborazione, in quanto il successo è immediato e si manifesta sotto forma di condivisione proporzionale dei costi, e quindi di risparmio. In Alto Adige sono numerosi gli esempi di collaborazioni di successo. Per esempio il “Maschinenring”, gruppo riservato agli agricoltori altoatesini, è un progetto faro, un esempio per l’artigianato altoatesino e per ogni idea di cooperazione.

Il futuro

STUDIARE INSIEME I MERCATI DEL FUTURO –
PER TRARNE VANTAGGIO INDIVIDUALMENTE!

Particolarmente interessanti sono gli attuali progetti di networking, per realizzare insieme ricerche di mercato, attività di marketing e di distribuzione. Si generano informazioni e opportunità che una singola azienda non potrebbe permettersi e si aprono nuovi mercati altrimenti irraggiungibili per il singolo protagonista.

Le collaborazioni consapevoli ed orientate al mercato sono quelle che rivolgono le loro attività alle necessità dei clienti esistenti e potenziali. In questo senso è molto lungimirante il modello della fabbrica virtuale proveniente dalla Svizzera.

Ecco come ne parla il fondatore, Charles Huber:

Le reti di collaborazione sono associazioni di imprese o istituzioni giuridicamente indipendenti allo scopo di produrre insieme prestazioni “da un unico fornitore” rivolte a terzi. A tale scopo uniscono risorse, competenze centrali ed esperienze per offrire al cliente prodotti e servizi complessi, e per poter usufruire di ulteriori opportunità di mercato, cui altrimenti non potrebbero accedere. Il fondamento alla base di una simile rete è la cultura della rete, basata sulla fiducia e la collaborazione, ed un assetto istituzionale all’interno del quale si rinuncia quasi completamente alle strutture gerarchiche. Si tratta nel senso più ampio del termine, di network, o reti, nei quali i partner apprendono gli uni dagli altri e incentivano lo scambio di informazioni ed esperienze.

La rete

PROGETTI DI RETE POSSIBILI LUNGO LA
CATENA DEI VALORI LOCALE E INTERNAZIONALE

Nel nostro esempio “ristrutturazione del bagno” si sono uniti diversi artigiani ed offerenti. Tutte le parti si attengono alle regole fissate precedentemente per presentare una serie più ampia di prodotti e competenze. Particolarmente promettente è in questo caso l’offerta collettiva di soluzioni complete chiavi in mano.

In tal senso si sfruttano i contatti di ciascuna singola impresa oppure si approfitta collettivamente della buona reputazione dei partner. L’acquisizione mirata e la mediazione di incarichi, affari o lavori funzionano così senza intoppi. Si possono conquistare nuovi mercati, che resterebbero inaccessibili al singolo.

Se si scelgono la rete giusta ed i partner più adatti, si può realizzare anche il passaggio alla scena internazionale. Dalla propria regione o da aree più vaste. I partner di reti istituzionalizzate possono rafforzarsi a vicenda ed offrono a se stessi ed ai loro clienti maggiore sicurezza, migliori prestazioni – in nuovi mercati.

Coop

RCM-SOLUTIONS: PIANIFICAZIONE E FORMAZIONE DI COLLABORAZIONI E PARTNERSHIP
CONOSCIAMOCI!

Penetrazione del mercato, sicurezza per il futuro, nuovi contatti, prodotti migliori, migliore conoscenza del mercato sono gli obiettivi e al tempo stesso i vantaggi che una collaborazione può comportare. Gli obiettivi specifici definiscono a loro volta il gruppo di partecipanti a ciascuna rete o a ciascun progetto di cooperazione. Tutti i collaboratori mantengono però la propria identità, che anzi tutelano e rinforzano grazie al principio della trasparenza, della fiducia reciproca e della volontà di cooperazione.

Noi di rcm-solutions analizziamo i vostri obiettivi, verifichiamo le opportunità per raggiungerli e offriamo la nostra consulenza per la realizzazione di progetti e partnership di natura economica: affinché i progetti diventino il vostro futuro!

Parliamone!