Social media per le aziende. È un sì!

Creare un profilo sui social media e mantenerlo sempre aggiornato richiede tempo. Questo è forse l’unico aspetto negativo, perché in generale il social media marketing può solo contribuire ad aumentare il successo: delle aziende, dei dipendenti e del fatturato.

I social media sono uno strumento di marketing poco costoso ed estremamente efficace, quindi non lasciatevelo sfuggire:

 

1. Comunicazione veloce e semplice.
I social network offrono grandi possibilità interattive, i propri clienti e i gruppi target possono essere raggiunti direttamente in modo informale, chiaro e semplice: usando una comunicazione emotiva, informativa, divertente o anche precisa… a seconda di cosa, come e quando si vuole comunicare. Tutto questo 24 ore su 24.

 

2. I social media fanno parte della nostra vita quotidiana.
Fino agli anni 90 esistevano i giornali, la radio e la televisione, oggi invece si usano svariati media per comunicare sia nel tempo libero che per motivi lavorativi. Proprio come si tengono aggiornati tra di loro amici tramite Instagram, anche notizie che hanno a che fare con il mondo del lavoro vengono quotidianamente postate e consultate. Non solo i gruppi target più giovani si aspettano questo tipo di comunicazione, l’uso dei social network è già molto diffuso anche tra le aziende. Chi decide di non accettare questo cambiamento, rimane in disparte.

 

3. Pensare in rete. Comunicare in modo intelligente.
Lo scambio attivo con i follower permette di rimanere sempre aggiornati. Attraverso le piattaforme di social media è possibile monitorare i desideri e le tendenze dei propri clienti; una fonte importante per attuare miglioramenti necessari o desiderati. Anche la conoscenza “gratuita” che viene fornita in rete non è da sottovalutare: quotidianamente vengono scambiate competenze e dati molto importanti. Quindi non rimane altro che unirsi alla rete oppure crearne una voi stessi, ad esempio tramite gruppi su Facebook o chat. È proprio qui che le aziende, i clienti o semplicemente persone interessate si mettono in contatto e apprezzano lo scambio veloce, conveniente e diretto di informazioni.

 

4. Conoscenze competenti generate e applicate.
Proprio come nella vita reale: l’ascolto è tutto. Informazioni fondamentali possono essere ricavate dai contributi di altri, che a loro volta possono essere usati per i propri post. Questo crea un pool di argomenti che mantiene interessanti i propri contenuti. Non potrebbe essere più semplice di così.

 

5. Vasta portata.
Più di 3 miliardi di persone sono attive sulle piattaforme di social media in tutto il mondo. È quasi impossibile avere una portata maggiore e poi a quel prezzo.

 

6. Social media significa vicinanza al cliente.
Proprio come si coltivano le amicizie personali, anche quelle con i clienti hanno bisogno di uno scambio continuo e di vicinanza. Le piattaforme di social media non solo sono ideali per rimanere in contatto, vengono usate anche per il supporto e il servizio clienti.

 

7. Social media marketing per il passaparola.
Elogiato pubblicamente o sussurrato in confidenza… Ciò che qualcun altro dice di noi ha sempre avuto una certa importanza e un certo valore per noi umani. Il fine ultimo del social media marketing è esattamente questo: opinioni e punti di vista personali vengono resi pubblici. La pubblicità del passaparola è senza dubbio il tipo di pubblicità più efficace. È importante per le aziende, in questo caso, dare il giusto input per mettere in moto discussioni o scambio di opinioni. Stiamo parlandi di uno strumento di marketing davvero efficace.

 

8. Tenere sotto controllo la concorrenza. La propria azienda sotto la lente d’ingrandimento.
Dare un’occhiata a ciò che fa il proprio vicino. Internet lo rende possibile. Le informazioni su dove e come si muove la concorrenza sui social media sono molto preziose. Sia esempi positivi che negativi aiutano a capire in che direzione muoversi. E allo stesso tempo è possibile tenere sotto controllo la propria reputazione o immagine.

 

9. Focus sul settore e sulle attività principali.
Rimanere informati sugli argomenti attuali e prestare attenzione alle tendenze è fondamentale per un’azienda. Il recupero di informazioni e il networking mirato tramite hashtag, pagine e profili permettono di concentrarsi su argomenti specifici e rilevanti per il proprio settore. Si rimane così al cento dell’azione, utilizzando risorse comunicative in modo orientato al futuro e redditizio.

 

10. Quello che non si trova online non esiste.
I profili sui social media rappresentano sempre di più l’identità di un’azienda. Oltre al classico sito web, le attività sui social media mantengono viva la connessione con il mondo esterno. In tempo reale, mostrano il lato autentico e “vivo” dell’azienda e trasmettono connessione e fiducia al cliente e al gruppo target.

 

Social Media: fare la scelta giusta è fondamentale.

Attualmente i canali più importanti sono Facebook, Instagram, Twitter, TikTok, Snapchat, LinkedIn, Pinterest e YouTube. Ma devo usarli tutti?

Ognuna di queste piattaforme è diversa. Facebook si basa principalmente sulla creazione di contenuti testuali e collegamenti a pagine esterne. Instagram pone al centro le immagini e post visivi. LinkedIn è una piattaforma creata per la pubblicazione di posti di lavoro, fondata dunque su post più professionali. TikTok è specializzato su brevi sequenze video, da quelle più informative a quelle per il puro intrattenimento. Pinterest ospita fornitori di tutti i tipi di contenuti. Il fattore decisivo è quello di capire dove si trovano i clienti esistenti e i potenziali gruppi target. Non tutte le piattaforme devono essere usate, ma ogni piattaforma selezionata deve essere usata in modo corretto.

 

Vasta portata per pochi soldi?

Snì! È vero che il social media marketing inizialmente è gratuito: la registrazione e la pubblicazione di contenuti.

È importante però prendere in considerazione anche un altro aspetto: tramite pubblicità a pagamento riesco a raggiungere in maniera mirata e precisa il mio gruppo target. Gli strumenti di analisi vengono utilizzati per definire i gruppi target, posizionare i contenuti con precisione e monitorare i risultati. Il monitoraggio e il miglioramento delle proprie azioni diventa così gestibile per tutti.

 

Il tempo e la gestione del tempo portano soldi e successo.

Il punto cruciale rimane quello del tempo e del carico di lavoro che comporta la comunicazione professionale tramite i canali di social media. La buona notizia è che ne vale la pena.

La differenza tra la comunicazione aziendale e quella personale sui social network, è che quella aziendale deve sempre e comunque essere professionale. È importante definire gli obiettivi, i canali, il contenuto, il tipo di comunicazione e gli orari e riassumere il tutto in un concetto. Questo richiede tempo e impegno. Allo stesso tempo non dobbiamo dimenticare che la comunicazione tramite social media è un dialogo. Ogni ritardo o reazione sbagliata può avere delle conseguenze.

Le aziende dovrebbero quindi fare attenzione a come gestire i social network in modo competente. Nel caso in cui dovessero mancare le risorse, il tempo o il personale, la gestione dei social network può essere affidata a partner esterni. Questi forniscono consigli strategici e gestiscono la presenza sui social media solo in parte o anche completamente. Non potrebbe essere più comodo e sicuro.

Il social media marketing è quindi una grande opportunità – per qualsiasi azienda.

 

Sofia Forni
Esperta di marketing
rcm-solutions

Strategie di marketing, progetti di network. Barometro delle tendenze. Il futuro inizia adesso.